Antonio Butera/ Israele e Palestina

Israele e Palestina. Schede sintetiche per una visita culturale o religiosa.
Un libro per viaggiatori in Terra Santa con 4000 anni di storia da studiare

G.Corbellini/ Come il cervello legge la pandemia e la guerra. E si autoinganna

Pandemia e adesso guerra (prima della prossima carestia). Come funziona il cervello umano in queste situazioni? Gilberto Corbellini ci spiega perchè scatta il bisogno di arruolarsi in ciascuno di noi (Noi contro loro). Il fatto è che gli umani siamo preparati a fronteggiare pandemie e guerre in piccoli gruppi, ma quando si allargano, tutti i nostri bias affiorano e torniamo ad essere gli uomini che vivevano in tribù in un mondo di 10mila anni fa che aveva gli stessi abitanti del Lazio.

Amici miei/ Il calcio 7 vs 7

(2018) Con gli anni non si dimenticano le partitelle giocate (soprattutto a S. Eufemia  davanti alla Chiesa) 7 contro 7, con amici di età diverse, in campetti dove le porte si facevano con due pietre. La caratteristica di quello sport (molto diverso dal minuscolo calcetto di oggi) era il rifiuto dei ruoli difensivi. Uno cominciava […]

La risata di Costantino Fittante

L’8 aprile verrà ricordato Costantino Fittante. Questo è un articolo che scrissi a dicembre scorso. Costantino Fittante è stato un grande studioso delle questioni più spinose della nostra regione, ma era anche una persona che sapeva ridere e apprezzava l’ironia

Con chi prendersela per il mare calabrese sporco? Con i comuni, innanzitutto

Bisogna risolvere il problema dell’inquinamento marino. Benissimo, il fatto è che le cause da diversi anni le abbiamo appurate. Basterebbe  controllare e co-stringere i Comuni. E poi dar loro assistenza da parte dell’Autorità idrica calabrese. Solo che i controlli non siamo in grado di farne per quanti ne occorrerebbero seriamente.

I privilegi degli staff della regione Calabria e la giungla degli stipendi dei presidi italiani

Quel che succede nella Regione Calabria, dove le strutture speciali al servizio degli Assessori per infischiarsene di sentenze dei Tribunali hanno l’arma di ricatto, il blocco dell’attività amministrativa, non può avvenire nelle scuole italiane dove gli stipendi dei dirigenti sono differenti a seconda della regione dove operano. Senza che tale mostruosità giuridica interessi a nessuno.

Cosa diceva George Orwell dei pacifisti

(ugo arrigo) Nella sua ampia produzione saggistica, l’autore britannico dimostra ostilità verso chi sceglieva di non schierarsi, anche di fronte a personaggi come Hitler. Se il Führer avesse voluto conquistare l’Inghilterra, scriveva, vi avrebbe promosso movimenti contro la guerra

Da una parte il Pd, dall’altra Conte e il PNI rossobruno (partito neutralista italiano)

La storia offre occasioni in cui gli estremisti di destra e sinistra, dai nazisti ai comunisti, si dicono: ecco, ci siamo, l’ora x dell’insurrezione sta per venire. Ora la nascita del Partito Neutralista Italiano, che è contro la guerra ma anche contro gli Usa, la Nato, la UE e l’euro, è sotto gli occhi di tutti. Il Pni ha una sua politica che è questa: dal cielo buttare sul popolo banconote contro l’inflazione e l’aumento delle bollette. Il Pni aspetta di vincere le elezioni ma prima occorre una legge proporzionale.

Il metodo “tolotolo” di Conte e del suo partito pochettista

(carmelo caruso) Letta ormai ha capito che l’avventurismo del partito pochettista del dandy Conte lo porterà a cavalcare qualsiasi tema, dalle spese militari all’inflazione, dalla riforma del Csm alle pretese dei sindacati. Per cui, finalmente, sa che ci vuole una legge elettorale proporzionale contro i populisti che vogliono lo sfascio, come sempre

Calabria, salute acqua e rifiuti. Accentrare o decentrare? Ma senza contabilità fa lo stesso

Superpoteri accentrati su Occhiuto oppure ritorno alle vecchie 11 Asl? La questione calabrese verte sempre sul rapporto tra politica e amministrazione dei burocrati, ma accentrare o decentrare è la stessa cosa se chi fa debiti nel pubblico non ne risponde personalmente come invece avviene per ciascun cittadino. Fin quando amministrare allegramente facendo debiti è consentito, per i politici è una pacchia che non finisce mai

La televisione, tre modi diversi di pensarla, ma se non vedi il brutto come riconosci il bello?

La televisione si trova adesso nel suo terzo stadio, quello del palinsesto personale, dopo la tv delle origini e quella commerciale. Solo che se i programmi tv li puoi conservare per vederli quando vuoi tu, se le serie tv le puoi vedere a episodi o in una notte intera, anche la tv assomiglia ormai ad una biblioteca dove invece di libri accumuli programmi che decidi tu quando come e con chi guardare

Cosa fanno i consiglieri comunali di Lamezia

(vincenzo gilligan Lamezia 3millennio) I consiglieri comunali eletti nel 2019 ritratti secondo le informazioni che appaiono sulla stampa.7 avvocati, 4 imprenditori, 7 diplomati, 1 medico, 5 laureati. La metà sono ricompresi tra Bilancia, Scorpione e Leone.

La senatrice catanzarese Granato. Una ossessione alla volta, e ora putiniana

Scrissi questo articolo ad ottobre 2021. Ora che abbiamo scoperto che è anche putiniana mi date ragione? Una insegnante di Catanzaro nel 2018 diventa senatrice con i 5Stelle e può esercitarsi nel suo sport preferito, l’attacco ai presidi sceriffi. Ora ce l’ha con il Green Pass per accedere a Palazzo Madama. Con Draghi e…Sono ottimista, se Putin piace alla Granato e a Travaglio vinciamo

Ida Dominijanni e la logica ( poi, la vera storia di “ha stato Putin”)

Su twitter Luciano Capone segnala questo pensiero di Ida Dominijanni (Catanzaro, 1954),  filosofa, firma del Manifesto dal 1982 al 2012: “il popolo ucraino sta attraversando l’inferno e merita , lo dico col cuore e la ragione, tutta la nostra solidarietà, ma il suo è un governo populista , nazionalista e guerrafondaio, che si sta attrezzando […]

Calabria ecco i numeri per capirla

Ecco i numeri per capire meglio come vivono i calabresi. A partire dalle pensioni e trasferimenti pubblici che rappresentano il 42,6% a fronte di una media italiana del 38,7%

Una domanda (a noi) sulla resistenza

(Ernesto Galli della Loggia)La resistenza ucraina non può vincere. Ma non può vincere militarmente. Politicamente invece essa ha già stravinto. Cosa sarebbe accaduto invece se gli ucraini non si fossero opposti all’invasione?

Certe cose che dice Putin ricordano cose sentite in Italia

(francesco cundari) Prima di inorridire per il livello degli argomenti utilizzati dal tiranno di Mosca e dai suoi seguaci, domandiamoci dunque quanto di quello stesso materiale abbiamo utilizzato e diffuso a piene mani anche noi – noi giornalisti, politici e politologi – negli ultimi anni. Le farneticazioni di Putin ci offrono uno specchio, per quanto deformante, e faremmo bene a guardarci.

L’insostenibile vanità degli intellettuali

(mauro bonazzi) il compito della filosofia è cambiare il mondo (rendendolo più giusto, ad esempio); ma per fare questo prima di tutto è necessario capirlo. Ma quando s’inizia a mettere il proprio io al centro della scena, il rischio è poi che il nostro io prenda il sopravvento

Gli assessori regionali calabresi e la perfezione del numero 7

Il presidente Occhiuto li ha scelti uno per uno attraverso un ponderato gioco ad incastro per cui gli esterni rispondono ad uno sponsor, gli interni sono stati votati dagli elettori. I sette Sacramenti, i sette Spiriti di luce ed i 7 pianeti ad essi collegati, le 7 virtù, da opporre ai 7 vizi capitali.

Per Giuseppe Mercuri

In memoria di Peppe (Pino) Mercuri, collaboratore scolastico per tanti anni con me al De Fazio.

Pechè vedere Seinfeld, la sit-com che ha fatto la storia della televisione

La serie più divertente della tv (ora su Netflix) è Seinfeld, nove stagioni dal 1989. Anche vista oggi è la più moderna di tutte perchè è costruita su trame e sottotrame che si incrociano. E poi perchè parla delle nostre stupide vite che i quattro personaggi-amici ci spiattellano in un campionario straordinario. Poi non dite che in tv non ci sono programmi divertenti

I 30 consiglieri regionali calabresi

(vincenzo gilligan, Lamezia Terzo Millennio) Documentazione. Le schede dei trenta consiglieri regionali, una sorta di memorandum che verrà buono nella elezione successiva. La storia politica calabrese, prima o poi qualcuno la racconterà, vede avvicendamenti, esordi, defezioni, cambi di casacca, tradimenti e riconciliazioni nell’ambito di un ceto ristretto (non è una casta, è proprio un ceto).

La sera leggevamo L’Espresso (e Panorama)

Alessandro Gilioli (1962) direttore di radio Popolare ed ex giornalista de L’Espresso ricostruisce le vicende del gruppo editoriale Repubblica-L’espresso ad un certo punto finito nella normalizzazione di John Elkann

Siamo tutti ucraini, siamo tutti europei (anche se non proprio tutti tutti)

(christian rocca) Putin vuole annettersi l’Ucraina e annientare la democrazia liberale. Sono anni che lo dice e che lo fa, nell’indifferenza generale e nonostante in molti l’abbiano fatto notare per tempo. La drammatica tragedia degli assediati sotto le bombe del Cremlino e quella surreale di chi ancora non vuole capire

Il centro degli attacchi ad Amalia Bruni

La storia di Amalia Bruni e il centro degli attacchi che riceve, Cosenza. La lunga storia di Lamezia condannata da Cosenza comincia con Mancini e oggi continua con Occhiuto. Solo che qualche cosetta pregevole la combiniamo anche noi lametini pur sottomessi dalla ‘ndrangheta che controlla ormai l’intera economia e buona parte della politica.

Città calabresi

Le città calabresi cominciano ad essere descritte da uomini valenti che sanno cogliere certe peculiarità

Ci vuole un nuovo Enrico Bondi per quantificare il crak Calabria

Ogni giorno in Calabria da anni è un bollettino di somme che non si spendono o non si trovano, di debiti che non si riesce a calcolare più, di dissesti. Dalla Regione alle Asp la contabilità non esiste e pertanto non si capisce per quale motivo in Calabria non si riparta dai numeri e dai conti.

Occhiuto & Orsomarso alle prese con il brand Calabria

Da quando i politici calabresi credono di aver capito cosa sia lo storytelling, si sono dotati di un piccolo vocabolario che adoperano affastellando asset e stakeholder, vision, step e target. Le questioni non sanno ancora come risolverle, ma per intanto cominciano a raccontarci i loro buoni propositi. Per esempio per incrementare il turismo pensano che occorra sviluppare il “brand” Calabria e allora vorrebbero raccontare la Calabria a tutti, nessuno escluso. Solo questo dimostra che non hanno compreso cosa sia il target di riferimento nella comunicazione. Però, oltre alle coste, abbiamo 8 comuni su 10 che sono nelle zone interne. A questi calabresi privi di servizi essenziali cosa gli racconti?

Comuni e rifiuti «Chi non è capace di gestire si deve fare da parte»

Torneranno i rifiuti in mezzo alla strada perchè i comuni del lametino non pagano l’impianto Tmb sito nell’area industriale, che vanta 4 milioni di crediti. Ma la domanda è sempre la stessa, per quale ragione un sindaco dovrebbe occuparsi di amministrazione quando a tutti piace soltanto far politica e chiacchiere?