NUCCIO ORDINE, CALABRESE

Chi è il calabrese dei calabresi, il calabrese che più ci rappresenta nel mondo oggi? Non c’è dubbio, è Nuccio Diamante Ordine, nato a Diamante il 18 luglio 1958. Professore ordinario di letteratura italiana nell’Università della Calabria e collaboratore del «Corriere della Sera», è  noto a livello internazionale per i suoi lavori sul Rinascimento e Giordano Bruno. Ordine ha ricevuto 4 lauree honoris causa in America Latina, la Legion d’onore in Francia ed è Membro d’onore dell’Istituto di Filosofia dell’Accademia Russa delle Scienze. Il suo bestseller “L’utilità dell’inutile” (Bompiani) è tradotto in 32 Paesi. “Questo libro non è contro l’utile, ma contro l’idea che l’utile divenga un fine in sé. Invece oggi siamo ossessionati dalla misurabilità delle cose. Ma è la conoscenza a rendere più umana l’umanità”.
Al tema della solidarietà umana invece è dedicato il suo ultimo lavoro “Gli uomini non sono isole” (La nave di Teseo). Che questa nostra terra instabile abbia potuto dare i natali ad un uomo come Ordine, signore e signori, vuol dire pure qualche cosa. Lo dico anche a coloro i quali non sanno chi è, fidatevi, è un privilegio poter dire: a qualche chilometro da me è nato Nuccio Ordine.