L’informazione ad indizi al tempo del covid

Uno che non frequenta i social cerca di informarsi sui siti cittadini. Allora vediamo quanti sono i contagiati a Lamezia ad oggi 10 settembre. Vi faccio uno specchietto riassuntivo dal momento che l’informazione in genere invece viene fornita con stile discorsivo:

Salgono a 18 i casi positivi riscontrati in città (1 ricovero e 17 isolamenti domiciliari). Facciamo il calcolo:

+2 per rientro da altra Regione;

+1 ultimo caso in ordine di tempo, una donna recatasi a Lamezia da fuori regione.

+5 appartenenti ad un unico nucleo familiare con contagio avvenuto in altro comune;

+8 per contagio con persona proveniente sempre da altra regione;

+1 un ragazzo;

+1 donna dell’Est.

Totale = 18

La privacy viene rispettata e quindi ci forniscono soltanto dei numeri. Aurelio De Laurentiis, Berlusconi, Briatore sono personaggi noti e quindi per loro e i familiari non esiste privacy, Pincopallo invece deve rimanere anonimo. Giulia De Lellis (è un esempio, non ha il covid) ha partecipato al GF Vip. E’ nota? Un sindaco è noto, ma un docente universitario? Insomma la cosa curiosa e anche inquietante non è l’anonimato, è il segreto, il mistero. Di questo passo finiranno per informarci così: sono contagiati un magrolino, un brizzolato e un moretto.

Spiegatemi che senso ha dire “una donna dell’Est” senza neppure specificare il Paese, “proveniente da altra Regione” senza precisare la Regione. I nomi dei contagiati e altri particolari sui contagi (per es. come è avvenuto il contagio di ben 8 persone? Se ci dicessero: in discoteca; al mare; a cena; a casa; al bar…non sarebbe una informazione utile?) mi dicono si rinvengano sui social. Pertanto viviamo ormai in un’epoca in cui l’informazione passa attraverso canali diversi, ma quelli “tradizionali” ormai vengono meno alle famose regole base dell’informazione, le 5 w (tradotte, dove come quando chi perchè). La mia piccola osservazione è la seguente: per una riservatezza che è diventata ormai un concetto abnorme e comunque estendibile a piacimento come una fisarmonica (chi è un personaggio pubblico?), le regole base di una corretta informazione le abbiamo lasciate ai social. Se questo sia un progresso ho i miei dubbi.