No Image

AFFIDIAMOCI A DRAGHI, SENZA PERDERE TEMPO

29 Marzo 2020 francesco scoppetta 0

La pandemia e la recessione economica vanno affrontati insieme. Prima che sia troppo tardi è il momento di chiamare Draghi per presiedere un governo di emergenza. Per trattare con i tedeschi e scongiurare una guerra civile. Draghi in questo momento è l’unica risorsa credibile che il nostro paese può schierare per fare cose straordinarie ( e forse impossibili) dalle quali dipende il futuro di tutti. Un governo senza opposizione lo possiamo affidare solo a lui.

No Image

LA SCUOLA IMMAGINARIA

28 Marzo 2020 francesco scoppetta 0

Scuole che sono spaccate al loro interno. Una spaccatura netta, drastica, del personale, due mondi incomunicabili: da un lato i proff impegnati, laboriosi, stanchi ma pronti ad imparare continuamente, ad aggiornarsi, a tenersi al passo con i tempi. Dall’altro lato i loro colleghi ignavi, menefreghisti, indolenti, abitudinari, quelli che spiegano la stessa lezione da una vita, assegnano i compiti per casa e mettono i voti a casaccio. Due mondi in contrapposizione, incomunicabili, ma legati da un minimo comune denominatore, tutti prendono lo stesso stipendio.

No Image

IL QUOTIDIANO DEL VIRUS/ AGGIORNATO OGNI 24 ORE

28 Marzo 2020 francesco scoppetta 0

Ogni giorno scelgo le informazioni migliori pubblicate sui giornali. La mia impressione è che, come era scontato, abbiamo affrontato la pandemia “all’italiana”. Noi italiani siamo sempre il romano Oreste Jacovacci e il milanese Giovanni Busacca (Sordi e Gassman) del film del 1959 “La grande guerra” di Monicelli. Con tutti i nostri pregi e difetti mescolati. Era il 27 febbraio e secondo il Corriere della sera dovevamo tornare alla normalità. Conte dopo un mese non ha ancora scelto tra i due modelli possibili: la Cina o la Corea. Io sono per il modello coreano: ” I numeri di Seul ci dicono che imponendo una quarantena collettiva sin da subito, e l’utilizzo dei dati degli operatori mobili, le autorità sono riuscite ad arrestare la curva epidemica in poco meno di un mese”.(Milena Gabanelli)

No Image

LA SECONDA FASE

28 Marzo 2020 francesco scoppetta 0

«Alla seconda fase stiamo già lavorando, dobbiamo farci trovare pronti, ma prima dobbiamo aspettare che la diminuzione della curva che descrive l’incremento dei casi si stabilizzi» spiega Walter Ricciardi, rappresentante italiano all’Oms e consigliere del ministro della Sanità. Il futuro prossimo sarà più tamponi, sia pure mirati, e tracciabilità con le applicazioni sul modello coreano dei pazienti positivi e di quelli sospetti.