8 min read 0

Le figure retoriche accumulate nelle canzonette

La lingua italiana essendo priva di parole tronche al contrario della lingua inglese è poco adatta per costruire il testo di una canzone . Allora si affastellano parole adoprando tutte le figure retoriche, sarà poi l’ascoltatore a inventarsi un senso

3 min read 0

Il meritocratico Occhiuto, Azienda unica Calabria e la Di Vivo accanto

Il presidente Occhiuto ha detto di aver voluto premiare le competenze perché «l’Ato di Catanzaro è fra i migliori in Calabria». Con la nomina di Gualtieri vedremo se ha prevalso il merito. Se la scelta è stata giusta la Calabria migliorerà in fatto di rifiuti e di risorse idriche. Saper scegliere la persona adatta e competente è la cosa più difficile di tutte per un politico. Tenersi accanto la Di Vivo senza Zuccatelli non sembra cosa meritevole

1 min read 0

Il Fatto e la preside del Montale di Roma

Un Travaglio garantista sia pure solo per la preside del Montale di Roma è una notizia, anzi una inversione ad u. Che sia un nuovo inizio per il diritto di cronaca e il diritto di fare informazione di Travaglio e delle sue creature?

7 min read 0

Una storia fuori del comune di Gianni Speranza. Recensione

Un sindaco non ha potere, può solo tenere aperta la porta del Comune. Ed è sempre solo. “La vita di una comunità come quella di Lamezia è molto più ricca della presenza della mafia. L’amministrazione va oltre il tempo che le hanno concesso”, si legge nel retro di copertina del lavoro di Speranza. Un libro che stanno apprezzando in tutta Italia e anche all’estero

5 min read 0

Quando i vecchi tic antiamericani ritornano (di A. Panebianco)

Ebbene sì: l’Occidente non è soltanto democratico, è anche una società capitalista, un sistema di economia di mercato tenuto insieme dalla leadership politica, economica e militare americana. Per alcuni, che delle società occidentali stigmatizzano i tanti errori, e che sono ben rappresentati in Italia, dovremmo vergognarcene. Per altri invece, guarda un po’, l’Occidente è come la democrazia per Churchill: la peggiore civiltà, eccezion fatta per tutte le altre.

15 min read 0

Diario criminale di Lamezia

(vincenzo gilligan, lameziaterzomillennio) Per non dimenticare. 52 anni di storia criminale con Lamezia sullo sfondo. Il 7 marzo 2022 è stato ucciso in piazza Borelli Luigi Trovato, scrivendo un’altra pagina sul diario nero di Lamezia Terme, che facciamo cominciare poco più di mezzo secolo fa.

4 min read 0

Dalla politica al marketing, la rinnovata prevalenza della fede sulla fiducia

(giacomo papi) Un giornale nazista negli anni Venti magnificava impunemente i capelli biondi di Hitler nonostante la foto rendesse evidente il contrario. Non saremo tornati sotto il totalitarismo, ma il meccanismo per cui viene creduto qualunque messaggio ripetuto per un numero sufficiente di volte è sempre lo stesso

5 min read 0

Dove siete?L’inspiegabile scomparsa del centro riformista dalla politica italiana

Dove siete? chiede su Linkiesta Mario Lavia , tentando di spiegare l’inspiegabile scomparsa del centro riformista dalla politica italiana. Ma dov’è finito il centro riformista che a un certo punto era parsa una possibilità politica di tipo nuovo (v. gli interessanti convegni organizzati da Linkiesta)? A mio parere il centro riformista non sta nascendo in Italia per alcune ragioni, la prima delle quali è il fatto oggettivo che non esiste al momento un leader credibile intorno al quale riunire e coalizzare i riformisti.

13 min read 0

La politica calabrese dei feudi, amici, sigle, pacchetti di voti

Ciò che si osserva da anni in Calabria è la scomparsa dei partiti, diventati semplici sigle-contenitori di personaggi. Ognuno di questi (ecco perchè abbiamo voluto abbondare in nomi e cognomi) è ormai una figurina sull’album Panini della politica, ha un suo curriculum (le squadre in cui ha giocato) con i voti ottenuti. Ogni giocatore ha un suo pacchetto di voti che sposta a seconda di dove gli sponsor (i procuratori di voti) lo indirizzano. Destra, sinistra, centro, sono luoghi ormai indefiniti nella bussola politica, si fa politica per ottenere un vantaggio personale e concreto.

1 min read 0

Antonio Butera/ Israele e Palestina

Israele e Palestina. Schede sintetiche per una visita culturale o religiosa.
Un libro per viaggiatori in Terra Santa con 4000 anni di storia da studiare

13 min read 0

G.Corbellini/ Come il cervello legge la pandemia e la guerra. E si autoinganna

Pandemia e adesso guerra (prima della prossima carestia). Come funziona il cervello umano in queste situazioni? Gilberto Corbellini ci spiega perchè scatta il bisogno di arruolarsi in ciascuno di noi (Noi contro loro). Il fatto è che gli umani siamo preparati a fronteggiare pandemie e guerre in piccoli gruppi, ma quando si allargano, tutti i nostri bias affiorano e torniamo ad essere gli uomini che vivevano in tribù in un mondo di 10mila anni fa che aveva gli stessi abitanti del Lazio.

4 min read 0

Amici miei/ Il calcio 7 vs 7

(2018) Con gli anni non si dimenticano le partitelle giocate (soprattutto a S. Eufemia  davanti […]

4 min read 0

La risata di Costantino Fittante

L’8 aprile verrà ricordato Costantino Fittante. Questo è un articolo che scrissi a dicembre scorso. Costantino Fittante è stato un grande studioso delle questioni più spinose della nostra regione, ma era anche una persona che sapeva ridere e apprezzava l’ironia

3 min read 0

I privilegi degli staff della regione Calabria e la giungla degli stipendi dei presidi italiani

Quel che succede nella Regione Calabria, dove le strutture speciali al servizio degli Assessori per infischiarsene di sentenze dei Tribunali hanno l’arma di ricatto, il blocco dell’attività amministrativa, non può avvenire nelle scuole italiane dove gli stipendi dei dirigenti sono differenti a seconda della regione dove operano. Senza che tale mostruosità giuridica interessi a nessuno.

7 min read 0

Cosa diceva George Orwell dei pacifisti

(ugo arrigo) Nella sua ampia produzione saggistica, l’autore britannico dimostra ostilità verso chi sceglieva di non schierarsi, anche di fronte a personaggi come Hitler. Se il Führer avesse voluto conquistare l’Inghilterra, scriveva, vi avrebbe promosso movimenti contro la guerra

6 min read 0

Da una parte il Pd, dall’altra Conte e il PNI rossobruno (partito neutralista italiano)

La storia offre occasioni in cui gli estremisti di destra e sinistra, dai nazisti ai comunisti, si dicono: ecco, ci siamo, l’ora x dell’insurrezione sta per venire. Ora la nascita del Partito Neutralista Italiano, che è contro la guerra ma anche contro gli Usa, la Nato, la UE e l’euro, è sotto gli occhi di tutti. Il Pni ha una sua politica che è questa: dal cielo buttare sul popolo banconote contro l’inflazione e l’aumento delle bollette. Il Pni aspetta di vincere le elezioni ma prima occorre una legge proporzionale.

6 min read 0

Il metodo “tolotolo” di Conte e del suo partito pochettista

(carmelo caruso) Letta ormai ha capito che l’avventurismo del partito pochettista del dandy Conte lo porterà a cavalcare qualsiasi tema, dalle spese militari all’inflazione, dalla riforma del Csm alle pretese dei sindacati. Per cui, finalmente, sa che ci vuole una legge elettorale proporzionale contro i populisti che vogliono lo sfascio, come sempre